il passatore

longiano_fc_2016

anno: 2016
committente: privato
foto: lorenzo burlando

Il mondo è la mia ostrica. Fredda come ghiaccio, la mia casa punge come limone. Il mondo è variazione e confusione. La mia casa è simmetria e controllo. Il mondo è colore e suono. La mia casa è monocromo e silenzio. I metalli, i cementi, i legni… I vetri, gli specchi, i cristalli… Le luci candide come stelle mi richiamano scenari astrali. Le ombre buie come grotte mi riportano ad atmosfere ancestrali. I bianchi sono lei, presenza costante, avvolgente, fedele. I neri sono io, assenza alternata, puntuale, improvvisa. I grigi siamo noi, il nostro legame più saldo del cemento, più duro del marmo. Lei fuori mi calma e rassicura mentre io dentro ardo di passione.